L'uomo è dotato, insieme al corpo fisico, di un corpo o sistema sottile composto da centri e canali di energia, come è ben noto alla tradizione induista e buddista ed agli insegnamenti esoterici delle religioni cristiana, islamica ed ebraica. In corrispondenza dei sette principali plessi del nostro sistema nervoso si riconosce la presenza di sette centri di energia, o chakra, dotati ciascuno di valenze e qualità particolari e attraversati da tre canali energetici principali. Quando i chakra sono integri e puri, la loro influenza sul nostro sistema psico-fisico è positiva, e l’organismo viene protetto da malattie o da viziose assuefazioni. Come descritto secoli fa dal santo indiano Gyaneshwar, addormentata in corrispondenza dell'osso sacro di ciascun essere umano, risiede la Kundalini, riflesso dell’energia primordiale della creazione. Shri Mataji Nirmala Devi, fondatrice di Sahaja Yoga, ci dona direttamente o per mezzo di qualsiasi Sahaja yogi, il risveglio spontaneo della Kundalini e, con questo, la consapevolezza del Sé e del sistema sottile. Questa energia, una volta risvegliata, ascende lungo il canale centrale e purifica i chakra fino al settimo, il Sahasrara, sulla sommità del capo, dal quale fuoriesce realizzando lo Yoga, l’unione con il Divino. La Kundalini viene percepita come vibrazioni fresche, o brezza, sul palmo delle mani e sull'osso della fontanella. Lo Spirito Divino fluisce incessantemente nell'universo come vibrazioni di energia, cioè, onde molto simili alle altre varie onde elettromagnetiche che abbiamo imparato a percepire e utilizzare. Il risveglio della Kundalini può essere quindi realmente sperimentato. Stabilizzando l'azione della Kundalini attraverso la meditazione e l'introspezione, si ha una crescita integrata e armoniosa della personalità, e lo sviluppo della spiritualità, che altro non è che conoscenza di noi stessi. È la Kundalini che ci dona spontaneamente e senza sforzo l’unione con lo Spirito, meta di tutti gli Yoga e di tutte le Religioni. È la seconda nascita, l'integrazione diretta con il Divino, senza alcun bisogno di intermediari. La meditazione Sahaja Yoga è una tecnica che tutti possono imparare facilmente e viene insegnata gratuitamente nei corsi di meditazione. Ciascuno viene incoraggiato ad assumersi la responsabilità autonoma della propria vita e della propria crescita spirituale. In poco tempo si riesce ad utilizzare l'energia illimitata del sistema nervoso centrale autonomo, o parasimpatico. Sahaja Yoga è uno Yoga spontaneo e naturale. Unico nella sua capacità di dare di sé una sperimentazione diretta nella meditazione e di trasmettere, a chi lo pratichi, la capacità di risvegliare la Kundalini in altre persone.
​Sahaja​ ​Yoga​ ​Alba​ ​e​ ​Asti  
asti@sahajayoga.it​​ ​​ ​-​ ​​ ​​alba@sahajayoga.it