A scrivere è Ettore Pelosi, Medico Chirurgo, Dottore di Ricerca ed Esperto in Scienza dell’Alimentazione con due grandi passioni: alimentazione su base vegetale e alimentazione nello sport. "Sono convinto che una dieta appropriata, associata alla giusta attività fisica, offra ad ogni persona numerosi vantaggi, tra i quali il raggiungimento ed il mantenimento del peso ideale, la riduzione del rischio di malattie, la fiducia nelle proprie potenzialità, la capacità di ottenere risultati di ottimo livello, il miglior adattamento e recupero da eventi e situazioni “stressanti”, la possibilità di provare tutti cibi e di partecipare alle occasioni conviviali. Sebbene non esistano cibi o diete magiche, tuttavia ci sono numerose strade per mangiare e bere appropriatamente in modo da poter raggiungere una condizione fisico-mentale che consenta di conseguire e mantenere i propri obiettivi negli ambiti familiare, lavorativo e ricreativo. Oggi non ha alcun senso ignorare i numerosi benefici che possono conseguire ad una buona alimentazione!" La dieta ideale e dieta perfetta sono due cose ben differenti: la prima è quella che auspicabilmente chiunque dovrebbe provare a realizzare per soddisfare i fabbisogni nutrizionali, mantenere la salute e prevenire le malattie; la dieta perfetta è quella scelta da ognuno di noi sulla base del gusto, della tradizione/abitudini e sulla base del benessere psico-fisico che ne riceve. Spesso la dieta perfetta è molto lontana da quella ideale; oggi molto più spesso di un tempo! Lo scopo di questo lavoro è quello di delineare i punti principali per realizzare una dieta ideale, sottolineandone le caratteristiche e provando ad aggiungere le informazioni necessarie per renderla realizzabile. La DIETA è IDEALE se (i punti fondamentali): - alcalinizzante (ricca di frutta e verdura), - con basso carico glicemico/insulinemico (preferendo agli zuccheri semplici e alle farine raffinate, i carboidrati dei cereali integrali, quelli dei legumi e gli zuccheri della frutta), - povera di grassi (e quei pochi prevalentemente mono- poli-insaturi come quelli della frutta secca, dell'olio extra-vergine d'oliva, degli oli estratti a freddo dai semi oleaginosi); - povera di sostanze pro-infiammatorie come il glutine e i grassi animali; - povera di sostanze nervine come quelle contenute in tè, caffè e cacao. Esaminando le caratteristiche sopra indicate, ecco le azioni da svolgere per rendere realizzabile la dieta ideale: 1) per ridurre gli indici glicemici utilizzare cereali integrali, legumi, verdura e, in piccole quantità, frutta fresca (talvolta quella disidratata); 2) per ridurre i grassi saturi e le proteine animali evitare carne, pesce, uova, latte-latticini e utilizzare proteine di provenienza vegetale come quelle che si ritrovano nei cereali, negli pseudo-cereali, nei legumi, nella frutta secca e in piccola ma significativa quantità nelle diverse verdure, ortaggi e frutta; 3) evitare/limitare il glutine (grano o frumento, grano karasau, farro, orzo, segale e avena) sostituendolo/alternandolo con riso, miglio, grano saraceno, quinoa, amaranto e mais; 4) evitare/limitare le sostanze nervine come quelle contenute nel caffè, tè, cacao, cola. Vegana e preferibilmente crudista, alcalinizzante, con poco glutine, con bassi carichi glicemico / insulinico e priva/povera di sostanze nervine, ecco la dieta ideale! Nel prossimo articolo analizzeremo i punti fondamentali di questo regime. Ettore Pelosi MD ettore.pelosi@gmail.com www.omeodieta.it