I flavonoidi: amici preziosi contenuti nelle piante

Flavonoidi - l'immagine mostra frutta e verdura su un tavolo
Thumbs up for fruit and vegetables

I flavonoidi sono composti fenolici presenti nelle piante, essenziali per la loro sopravvivenza. Infatti essi le difendono dagli agenti patogeni, favoriscono l’impollinazione attraendo le api e le altre creature impollinatrici, hanno una forte capacità antiossidante. Inoltre proteggono gli organismi vegetali dai raggi solari del tipo UV-B e, come è noto, svolgono una forte azione antiossidante.

Legumi

I flavonoidi e l’essere umano

Questi pigmenti vegetali – sono infatti i flavonoidi a conferire colore a foglie, fiori e frutti – apportano benefici anche agli esseri umani. Il Ministero della Salute li ha inseriti nella categoria “altri nutrienti e altre sostanze a effetto nutritivo o fisiologico”; l’uomo può assumere al massimo 1 g di flavonoidi al giorno.

Oltre alla nota azione antiossidante, che combatte i radicali liberi, essi agiscono favorevolmente sulla microcircolazione sanguigna e linfatica e rendono più forti le difese immunitarie. Prevengono  inoltre “diverse patologie soprattutto cardiovascolari, infiammatorie e neoplastiche”. Infine contribuiscono alla riduzione del grasso addominale, proteggono dai raggi ultravioletti e salvaguardano la funzionalità del fegato.

Depuriamoci con il Limone
Gli agrumi, e quindi anche i limoni, sono ricchi di flavonoidi.

In quali alimenti si trovano

Questi polifenoli  sono contenuti in generale in frutta e verdura.  Tra i frutti che ne sono particolarmente ricchi ci sono i frutti di bosco (mirtilli, ribes nero, more), ma essi sono presenti anche in frutti più comuni come mele, agrumi e kiwi. Tra gli ortaggi, gli spinaci e i legumi ne contengono una elevata quantità, ma i flavonoidi sono presenti anche nelle carote, nella zucca, nei pomodori, nei peperoncini e nei peperoni rossi.

PREZZO:

Infine, e di questo saranno felici gli amanti dei dolci, una ottima fonte di flavonoidi è il cioccolato fondente. Tra le bevande ad alto contenuto di flavonoidi troviamo il vino, infatti da decenni anche i medici consigliano di bere un bicchiere di vino a tavole. Inoltre, come già sanno gli appassionati di tè e tisane, il tè verde; si fa tuttavia presente che anche il caffè contiene una moderata quantità di antiossidanti.

Infine anche l’olio di oliva extravergine contiene,insieme agli altri polifenoli, i flavonoidi.

Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami