Alghe e benessere: il fucus vesiculosus e le microalghe del lago Clamath

 

Le alghe sono da sempre considerate un alimento in Oriente. E in effetti questi organismi vegetali acquatici contengono proteine, vitamine, clorofilla, fosforo, calcio, magnesio e iodio. Le alghe in realtà sono utilizzate in cucina anche negli stati europei affacciati sul Mediterraneo, il Mare del Nord e l’oceano Atlantico.

Queste preziose piante acquatiche possono essere consumate fresche o secche. Se sono secche, devono essere prima reidratate con acqua e limone.

Alghe e salute

Le alghe non sono solo commestibili, ma possono anche apportare benefici alla salute dell’essere umano. Con le dovute precauzioni, sono perciò utilizzate nelle medicina naturale.

Nella medicina tradizionale non si possono superare i dosaggi dei farmaci e ogni patologia richiede un farmaco specifico. Allo stesso modo nella medicina naturale non si può esagerare con l’assunzione di integratori e si deve tenere conto delle caratteristiche del proprio organismo. Per esempio, l’alga wakame non deve essere utilizzata durante la gravidanza e da chi soffre di disfunzioni alla tiroide.

Il fucus vesiculosus

Il fucus vesiculosus è un’alga marina di colore verde, con un lungo tallo. Cresce nelle isole britanniche, sulle coste del Marocco, nelle isole americane e dell’Europa del Nord.

Gli antichi romani usavano il fucus per curare l’anemia e l’ipotiroidismo. In effetti questa alga stimola il metabolismo, migliorando la funzionalità della tiroide.

Inoltre il fucus “ha una azione antinfiammatoria e protettiva sulla mucosa dello stomaco” ed è perciò consigliato per il reflusso gastroesofageo.

Attenzione: il fucus non può essere assunto da cardiopatia e da persone con disturbi alla tiroide che già assumono l’Eutimox.

Le alghe Clamath

Le alghe Clamath son alghe lacustri che crescono nell’omonimo lago in Oregon. Particolarmente ricche di nutrienti, contengono gli 8 aminoacidi essenziali. Gli aminoacidi sono “molecole organiche che, unite fra loro, vanno a formare le proteine”; quelli essenziali devono essere assunti dall’uomo attraverso il cibo. nella giusta quantità, queste alghe sono antiossidanti, mantengono attivo il metabolismo e stimolano il sistema immunitario.

Commenta per primo

Lascia un commento