Ti piacerebbe vedere bene senza occhiali e prevenire i difetti visivi? Migliora la tua vista con il Metodo Bates.

Sabato 9 novembre 2013 SEMINARIO esperienziale a Trieste.

Una giornata intera per imparare le basi del metodo e metterle in pratica da subito per prevenire e correggere i difetti visivi come miopia, astigmatismo, presbiopia e qualsiasi altro disturbo. La giornata sarà condotta da Giorgio Ferrario in collaborazione con Claudia Buri.  

I Principi del Metodo Bates

Conosciuto come il metodo per la visone naturale, il metodo Bates nasce in seguito a studi approfonditi sulla vista condotti dall’oculista William H. Bates che operò principalmente negli Stati Uniti curando innumerevoli persone con difetti visivi anche di gravissimo tipo. Il metodo si basa su quattro principi fondamentali che sono il fondamento di tutti gli esercizi che vengono eseguiti da coloro che iniziano il percorso verso il miglioramento della vista. Questi sono:
  • il movimento, perché sul movimento si basa la vita dell’essere umano, un occhio sano è un occhio che si muove bene
  •  il rilassamento, ovvero un “guardare in modo rilassato” senza che si creino tensioni all’interno della struttura dell’occhio
  • memoria e immaginazione, che sono necessari perché il processo della vista si manifesti nella sua completezza.
  • Visione centralizzata e periferica, due concetti che rendono possibile insieme ad altri, la vista nitida.
  Se questi principi vengono rispettati la visione risulta nitida. Il metodo è utilizzato da migliaia di persone al mondo che riportano risultati sorprendenti anche dove la medicina ha fallito, e nonostante non sia ancora del tutto provato scientificamente, è una speranza per le persone con problemi alla vista di qualsiasi tipo.
E’ il metodo naturale per eccellenza per ogni tipo di problema visivo e non ha controindicazioni. E’ applicabile su qualsiasi tipo di problema e su ogni persona anche nei neonati e nei bambini e funziona anche per la prevenzione. Bates considerava l’individuo nella sua totalità e riteneva gli occhiali una “stampella per gli occhi” dichiarando che l’uso continuato degli occhiali produceva o manteneva il problema visivo.
Con esercizi facili e ripetuti egli riuscì a dimostrare che la vista non si corregge con gli occhiali ma si educa con l’integrazione del corpo alla funzione visiva corretta. La vista infatti non dipende esclusivamente dagli occhi ma anche dai sensi, dalle funzioni del cervello, dai movimento del corpo, dall’esperienza e dalla memoria. Lavorando su questo concetto le persone hanno risultati e confermano che le intuizioni del metodo vanno nella giusta direzione.
In tutto il mondo vi sono esponenti della scuola del metodo Bates che lavorano ogni anno con centinaia di persone dando ad ognuna la possibilità di migliorare la propria vista. Essi trasmettono così il metodo insegnando alle persone ad auto curarsi arrivando a risultati sorprendenti.
Le scuole sono nate un po’ ovunque nel mondo, Stati Uniti, India, Inghilterra, Germania, Italia, Spagna, Australia e gli insegnanti del metodo sono sempre coinvolti in prima persona nel miglioramento della loro stessa visione.