La melissa è una pianta ricca di olio essenziale, tannini e mucillagine e vanta tantissimi impieghi differenti grazie alle sue molteplici proprietà. Utilizzata sia in qualità di infuso che sotto forma di vino è una cura miracolosa per stimolare l'appetito ed ovviare al problema delle vertigini; è un ottimo stimolante cutaneo e l'ambito di applicazione in cui riesce a fornire le sue migliori prestazioni è sicuramente quello di porsi da calmante naturale per il nervosismo e gli stati ansiogeni. La pura essenza della melissa viene considerata uno stupefacente ma avendo un basso livello di tossicità viene ben tollerata dal nostro corpo. Tra le sue proprietà calmanti, ha il merito di rallentare il battito cardiaco e di causare torpore, motivi per i quali viene utilizzata soprattutto nel trattamento delle patologie come ansia e attacchi di panico.

Curarsi con la Melissa: guida ai prodotti fitoterapici

Reperire prodotti fitoterapici a base di questa pianta è piuttosto semplice. In erboristeria viene confezionata in tisane e compresse dalla composizione differente a seconda degli usi. Utilizzata per lo più come calmante, il trattamento a base di melissa, è in grado di apportare numerosi altri benefici fisici. Fiori Melissa

Come creare in casa rimedi naturali a base di Melissa

E' possibile realizzare in casa diversi infusi con quest'erba, al fine di curare i malanni più diversi: combattere dissenteria, bruciori di stomaco, nervosismo e crisi di nervi. Nel caso in cui si abbia la necessità di un rimedio naturale per la dissenteria, dovuta magari ad una alimentazione scorretta, si potrà ricorrere all'infuso di melissa semplicemente utilizzando un cucchiaio di foglie, un cucchiaio di lampone in foglie, uno di semi di finocchio e un cucchiaio di petali da rosa da immergere in ¼ di litro di acqua calda. E' bene lasciare in infusione per circa 20 minuti tutti gli ingredienti naturali, prima di filtrarla. In caso di forte e insidiosa dissenteria, basterà prenderne un cucchiaio ogni ora. Se invece i bruciori di stomaco non lasciano scampo, si potrà mettere in infusione un cucchiaio di foglie in due litri d'acqua, per 10 minuti circa. Dopo averla filtrata, la tisana può essere sorseggiata dopo i pasti. Come dicevamo, la pianta è nota anche per le sue proprietà rilassanti: per nervosismo e crisi di nervi, è bene optare per un bagno caldo con 100 grammi di melissa da fare infondere in 3 litri di acqua per poi aggiungerla all'acqua della vasca da bagno. Si rivelerà un ottimo sedativo del sistema nervoso. Per realizzare un infuso calmante, un cucchiaio di foglie di melissa, uno di lavanda in fiori e uno di menta in foglie da far riposare per 5 minuti e da bere due tazze al giorno, lontano dai pasti. Melissa

La Melissa e la Fitoterapia. Qualche cenno sulle Medicine Alternative

Sempre più di frequente assistiamo ad un ricorso alla medicina naturale, ai rimedi omeopatici. Questo variegato sistema di pratiche di cura che non sono generalmente incluse nell'alveo della medicina scientifica e per le quali soprattutto sembrano non esserci prove scientifiche a sostegno della loro efficacia, stanno prendendo piede sempre di più come valida alternativa ai trattamenti farmacologici. Sembra che curarsi con le erbe, con prodotti omeopatici, possa mettere al riparo dalle tante controindicazioni dei farmaci tradizionali, che vengono rifiutati anche a scapito di una guarigione più lenta. Questa controtendenza che sarebbe meglio chiamare inversione di rotta dell'ambito delle cure, sembra voler suffragare le diverse teorie che anni addietro hanno puntato tutto sui rimedi naturali. Si spera che un domani, si possa fare un passo indietro cercando di reperire, in natura, tutto ciò che ci è utile per il nostro benessere psico fisico.